tiroidite-1pLa tiroidite è una malattia infiammatoria. Le donne ammalano di tiroidite cronica autoimmune sette volte più frequentemente che gli uomini. (disegno 1)

Riconosce cause genetiche. Un trauma emotivo può essere uno dei motivi scatenanti.

È la causa più frequente di ipotiroidismo acquisito nelle aree dove vi è buona disponibilità di iodio.

Si associa ad altre malattie della tiroide quali: nodulo singolo o noduli multipli, gozzo e carcinoma tiroideo, e ad altre malattie autoimmunitarie: celiachia, artrite reumatoide, alopecia aerata, vitiligine, lupus eritematoso sistemico.
Il riscontro diagnostico è in forte aumento.

tiroidite-2pSi può distinguere per il tipo di decorso in:

  • Acuta
  • Subacuta
  • Cronica

oppure si può distinguere per la causa in:

  • Autoimmune
  • Infettiva
  • Fisica

La tiroidite acuta riconosce in genere una causa batterica. Può essere secondaria a cause fisiche come radiazioni, traumi o assunzione di farmaci. È comunque una forma rara. (disegno 2)

tiroidite-3pLa tiroidite subacuta, detta anche tiroidite di De Quervain, riconosce una causa virale e può essere secondaria ad una infezione delle vie respiratorie. Anche questa è una forma rara di tiroidite. (disegno 3)

La tiroidite cronica è in quasi tutti i casi autoimmunitaria, può avere fasi acute.

Per cause non ancora del tutto precisate: stress, traumi, genetica, iodio, il sistema immunitario non riconosce la ghiandola come parte dell’organismo; la risposta è la formazione di anticorpi che producono infiammazione. (disegno 4)

tiroidite-4pL’infiammazione, nella maggior parte dei casi, determina l’alterazione della funzionalità ghiandolare. Nella fase iniziale si può verificare ipertiroidismo transitorio alternato a sostanziale benessere (eutiroidismo) e nella fase di cronicizzazione ipotiroidismo subclinico non molto evidente, per passare ad un ipotiroidismo conclamato.

La tiroidite di Hashimoto è la tiroidite cronica più frequente; evolve verso l’ipotiroidismo, si riconoscono anche la tiroidite cronica focale, atrofica, dell’adulto; in alcuni casi la tiroidite cronica può anche essere definita come transitoria quando si autolimita e regredisce spontaneamente nel tempo: tiroidite post-partum e tiroidite silente.

In altri casi si selezionano, e si dosano nel sangue, anticorpi che stimolano la ghiandola a funzionare indipendentemente dai meccanismi di controllo; si manifesta un ipertiroidismo chiamato anche Morbo di Basedow che si autoalimenta nel tempo.

Quali sono i sintomi

tiroidite-5pIl paziente affetto da tiroidite può accusare segni e sintomi molto specifici: (disegno 5)

  • Aumento volumetrico alla base del collo
  • Dolore acuto al collo, alla base ed in sede laterale
  • Difficoltà alla deglutizione
  • Senso di corpo estraneo alla base del collo

In alcuni casi i sintomi sono quelli dell’ ipotiroidismo. Non sono rare le fasi di ipertiroidismo transitorio. In caso di Morbo di Basedow avremo il corteo di sintomi dell’ipertiroidismo. In molti casi la sintomatologia è sfumata, non direttamente riconducibile alla tiroidite, quindi di difficile diagnosi.

 

Come si effettua la diagnosi

ipotiroidismo-5

Dosaggio ormonale tiroideo completo di anticorpi

ipotiroidismo-6

Ecografia tiroidea con valutazione color-doppler

Qual'è la terapia

  • Antiinfiammatori, ormoni tiroidei (in caso di ipotiroidismo)
  • Antitiroidei (in caso di ipertiroidismo)
  • Farmaci antiipertensivi (in caso di alterazione della frequenza e della pressione del sangue).

L’infiammazione, nella maggior parte dei casi è cronica; quindi l’ambizione è il benessere psico-fisico del paziente non necessariamente legato alla risoluzione dell’infiammazione. Infatti non sempre c’è l’indicazione ad un trattamento farmacologico pur in presenza di tiroidite.